Il tuo IP č 35.172.236.135
Notizie

 
Team Viner Miche LGL Nautilus 2012

Team Viner Miche LGL Nautilus: Centenaro e Masiero sul podio a Treviso

Inserito il 17 luglio 2012 alle 11:29:00 da andrea. IT -

I Diavoli Rossi conquistano il terzo gradino del podio sia nel percorso lungo che nel medio de “La Pina Cycling Marathon”. Gara caratterizzata dal maltempo, che tuttavia non ha scoraggiato il team.


17 luglio 2012, Forlì (Fc) – La Pina Cycling Marathon” è sicuramente stata una corsa che ha messo a dura prova i suoi partecipanti, non solo in virtù degli impegnativi percorsi proposti ma anche per le condizioni atmosferiche che, domenica 15 luglio, hanno caratterizzato la granfondo veneta.

Dopo il via da Treviso infatti numerosi e violenti temporali si sono abbattuti sul tracciato di gara, tuttavia gli uomini del Team Viner Miche LGL Nautilus non si sono lasciati intimorire dalle avversità climatiche, grazie anche al perfetto e tempestivo supporto ricevuto dallo staff tecnico della squadra presente lungo il percorso.

Nella mediofondo Andrea Masiero ha colto un buon terzo posto, conducendo la seconda parte di gara in coppia, all’inseguimento del fuggitivo solitario che è riuscito ad aggiudicarsi il successo. Il bolzanino è riuscito a spuntare un podio prezioso, anche ovviando ad un errore di percorso che nel finale di corsa stava per beffarlo, insieme al compagno di viaggio, a vantaggio del gruppetto di corridori che stava sopraggiungendo alle loro spalle.

Sul tracciato granfondo è stato invece Andrea Centenaro a portare i Diavoli Rossi sul podio, firmando un bel terzo posto ottenuto conducendo la gara nel terzetto inseguitore dei cinque fuggitivi, evasi sulla salita di Passo Praderadego. Tra gli uomini al comando si è però registrato il ritiro di due concorrenti, mentre i tre rimasti in testa alla corsa sono stati eliminati dall’ordine di arrivo, di fatto assegnando il podio al trio giunto al traguardo successivamente, in cui era presente Centenaro.

Hanno concluso la prova nel percorso lungo anche Carlo Muraro (4°), Paolo Minuzzo (5°) e Marco Canella (10°).

Letto : 1428 | Torna indietro