Il tuo IP č 3.81.29.226
Notizie

 
Team ASD Scatenati 2015

KTM ASD Scatenati - Monica Ceccarelli: passione ed equilibrio

Inserito il 08 agosto 2015 alle 18:00:00 da roberto. IT -

Ha iniziato a pedalare per curiosità ed è subito scattata la scintilla della passione e dell'agonismo. Nel tempo la fame di chilometri ha lasciato il posto all'equilibrio e alla qualità. Con l'approdo al team degli Scatenati ha finalmente trovato "il" gruppo.


Monica Ceccarelli in azione alla GF Selle Italia 2015

Monica Ceccarelli

Nata a: Rimini
Il: 2 ottobre 1964

Residente a: Bellaria - Igea Marina (Rn)

Stato civile: sposata da 30 anni con Raoul

Specialità: passista e discesista

Altezza: 1,56 m

Peso forma: 52 kg

Attività: commessa in un supermercato

Squadre ciclistiche:

2004-2007 Costa del Sole, Bellaria (Amatore)
2008-2009 Zanzini bike team, Bellaria (Amatore)
2010-2011 Aquilotti, Cervia (Amatore)
2012 ASD Superteam, Villa Verucchio (Amatore)
2013-2015 KTM ASD Scatenati (Amatore)

Risultati nei circuiti:

2012 Romagna Challenge - vincitrice cat. W2 mediofondo
2013 Romagna Challenge - terza cat. W2 mediofondo
2014 Romagna Challenge - seconda cat. W2 mediofondo
2015 Romagna Challenge - vincitrice cat. W2 mediofondo

Risultati nelle granfondo (podi di categoria e assoluti):

2009 Giro del Sangiovese Roberto Conti (medio) - terza
  GF San Marino (lungo) - terza
  Fondo Silver Cross Città di Misano (lungo) - seconda
  Fondo Coop Città di Cervia (lungo) - terza
2010 GF Pantanissima Mercatone Uno (lungo) - prima di cat., seconda assoluta
2011 GF Pantanissima Mercatone Uno (medio) - vincitrice ass.
  Giro del Sangiovese Roberto Conti (medio) - vincitrice ass.
2012 GF del Conero Cinelli (medio) - seconda di cat., terza ass.
  GF Davide Cassani (medio) - seconda
  Fondo Vredestein Città di Riccione (medio) - prima
  GF Pantanissima (medio) - terza
  GF Internazionale San Marino (medio) - seconda
  Giro del Valdarno (medio) - seconda di cat., terza ass.
  GF del Tartufo (lungo) - seconda
  Giro del Sangiovese Roberto Conti (medio) - prima di cat., seconda ass.
  GF FRW (medio) - seconda di cat., terza ass.
2013 GF Roberto Conti (medio) - terza
2014 Fondo Città di Riccione (medio) - terza
  GF Rock Racing (medio) - prima

08 agosto 2015 - Monica Ceccarelli è una ciclista romagnola DOC: è nata e abita in Riviera e per lei la gara più importante dell'anno, la più attesa, quella che vale una stagione, è la Nove Colli. Lo è per tutti i granfondisti, direte voi. È vero, ma per i Romagnoli è speciale. È la loro gara. E Monica lo ha capito subito: appena dieci mesi dopo la prima pedalata era già in griglia sul porto canale di Cesenatico (Fc).

A causa del suo lavoro che durante la stagione turistica la assorbe completamente anche nel weekend, la sua annata agonistica termina a inizio giugno e le sono precluse le blasonate gare alpine. Così partecipa perlopiù alle mediofondo racimolando diversi piazzamenti di categoria e negli anni è riuscita anche a togliersi qualche bella soddisfazione e a mettere in bacheca 4 vittorie di categoria e 2 assolute.

Ma lasciamolo raccontare a lei.

Monica, come e quando è nata la tua passione per il ciclismo?

É nata in tarda età. Sono salita sulla bici a 40 anni. La mia vita era cambiata: avevo perso il lavoro e avevo tanto tempo libero, così ho iniziato a pedalare,  Come sono salita in bici è stato amore ed è scattata subito la scintilla della passione. La prima volta ho pedalato senza mai abbandonare la strada per Sogliano (Fc), perché conoscevo solo quella. Per arrivarci, a Sogliano, però ce ne ho messo di tempo. Facevo prima un pezzetto e tornavo indietro; poi la volta dopo arrivavo più lontano e piano piano ho raggiunto Sogliano, un giro di 56-58 chilometri fra andata e ritorno. La prima uscita fu il 14 agosto 2004 e a maggio 2005 ero già in griglia alla Nove Colli per fare la 130 chilometri.

C'è un personaggio che per te come ciclista è stato determinante?

All'inizio no. Poi in un secondo momento, quando ho iniziato a partecipare alle prime corse, mi ha aiutato Marco Conti, un amico scomparso in un incidente. Mi ha insegnato le posizioni migliori e tante altre cose che nessuno mi aveva mai detto. È stato molto  importante, perché come ciclista non sono di scuola, non avevo esperienza.

Negli anni ho cambiato diverse squadre per arrivare nel 2013 con gli Scatenati e qui ho trovato "il" gruppo.

Come è cambiato nel tempo il tuo modo di andare in bici rispetto a quando hai iniziato?

All'inizio avevo molta voglia di conoscere. Ero, come dire, molto entusiasta, non ne avevo mai abbastanza, dovevo fare chilometri su chilometri… poi negli anni sono diventata molto più pacata: ho ridotto le distanze, ho smesso con i giri assurdi e senza senso. Oggi cerco di metterci più qualità e sono più equilibrata. Diciamo che nel corso degli anni ho imparato a godermi la bici.

A proposito di qualità, hai un preparatore di riferimento oppure utilizzi qualche strumento tecnologico?

Non ho un preparatore, non l'ho mai avuto. Le tabelle le leggo, ma vado a sensazione, faccio molto da sola. Come strumento uso il cardio.

Quante ore riesci a dedicare alla bici ogni settimana?

In inverno ho molto tempo ed esco 4-5 volte a settimana. In estate invece no. A giugno finisco con la GF del Capitano e ho una pausa estiva per ricominciare a correre a settembre. Il lavoro non mi permette di partecipare alle grandi corse perché durante la stagione turistica mi impegna anche la domenica. Il mattino però inizio alle 10 così riesco a pedalare due orette.

Com'è il tuo rapporto con i gregari, i compagni di squadra che ti affiancano i gara?

Molto spesso nelle grandi corse della zona (Nove Colli, Dieci Colli, Selle Italia) corro anche da sola. La Nove Colli - per esempio - è molto sentita e i ragazzi hanno l'obiettivo di prendere la griglia. Se stanno con me non riescono e mi dispiace, perciò corro da sola.

Nel Romagna Challenge - l'unico circuito che per motivi di calendario riesco a seguire - ho avuto con me Andrea Donati. É bravo, tranquillo, ha una buona ottica di corsa e insieme siamo riusciti a racimolare qualche buon piazzamento e a vincere il challenge.

E invece con la componente femminile del granfondismo?

Ho un buon rapporto con le altre ragazze e non ho mai avuto discussioni o occasioni sgradevoli. C'è un rispetto reciproco. Io sono competitiva ma rendo onore al merito.

Cos'è per te il ciclismo?

Per me è uno svago, uno staccare la spina. Uscire in bici mi fa stare proprio bene. Mi apre un mondo. Secondo me è lo sport più bello.

Quali obiettivi ti sei posta per la stagione 2015?

Il mio obiettivo era finire il Romagna Challenge nei migliore dei modi: l'ho vinto e sono riuscita a raggiungerlo. In realtà l'ultima prova è la Pantanissima il 6 settembre, ma a causa del lavoro non potrò partecipare. Con il gioco dello scarto non è un problema.

Qual è stata la tua gara più bella, quella che ricordi più volentieri?

La più bella è la Nove Colli. Qui siamo di casa ed è molto sentita. Il ricordo più bello è quello della Nove Colli del 2012 in cui ottenni il mio miglior tempo in 7h24 (sul lungo, nda) e arrivai 9ª di categoria (e 11ª donna assoluta, nda). Senza nulla togliere alle altre edizioni perché ogni anno c'è la stessa adrenalina, la stessa emozione preparare al borsa, nell'andare a letto presto, stare attenta a tutto...

Un tuo sogno nel cassetto da ciclista e nella vita?

Continuare a fare ciclismo e avere la possibilità di continuare a fare quello che sto facendo.

Hai detto che approdando al team degli Scatenati hai "il" gruppo. Cosa intendi?

Intendo un gruppo di persone che mi coinvolgono, mi rendono partecipe, mi fanno sentire importante anche se io non arrivo a vincere corse. Rosicchio solo qualche piazzamento nelle mediofondo ma vengo comunque gratificata. Sto bene, riesco a esprimermi serenamente, non ho pressioni di nessun genere. Ognuno fa quello che riesce a fare nel tempo ritagliato tra famiglia e lavoro. C'è una sana competizione ma con equilibrio. È davvero un bel gruppo, con anche diverse ragazze con cui ho un ottimo rapporto.

Vorrei fare un ringraziamento speciale al President, che è una persona speciale. Quando Stefano ha avuto l'incidente siamo stati tutti male ma adesso per fortuna si sta riprendendo.

Grazie Monica, in bocca al lupo!

Informazioni:

Gli Scatenati - sito ufficiale

Letto : 1182 | Torna indietro