Il tuo IP č 3.227.3.146
Notizie

 
Granfondo Noberasco 2015

GF Noberasco: un percorso, tre province

Inserito il 15 maggio 2015 alle 08:30:00 da andrea.redazione. IT -

Il tracciato della manifestazione ligure disegnato tra la provincia di Savona, quella di Imperia e con uno sconfinamento in Piemonte, nel cuneese. Saranno 113 i chilometri da affrontare, con ben 2144 metri di dislivello.


Un suggestivo passaggio lungo l'ascesa a Colle di Caprauna (ph Play Full)

15 maggio 2015 Albenga (Sv) – La Granfondo Noberasco del prossimo 20 settembre si svolgerà sul collaudato percorso che ha riscontrato il gradimento di tutti i partecipanti delle recenti edizioni della prova ligure. La manifestazione offrirà così un unico tracciato, per un totale di 113 chilometri e ben 2144 metri di dislivello, ridotto nella distanza ma sicuramente di non facile interpretazione, viste le difficoltà altimetriche proposte, quindi decisamente da non sottovalutare.

Il via sarà dato presso il PalaMarco, in via del Molino ad Albenga (Sv), alle ore 9.00. Subito dopo lo start, i granfondisti attraverseranno il caratteristico “Ponte Rosso”, uno dei simboli della cittadina ingauna, per poi arrivare in località Torre Pernice, dopo 3,5 chilometri ad andatura controllata, dove verrà dato fuoco alle polveri con la partenza volante.

Dopo pochi chilometri pianeggianti, a Martinetto la strada inizierà a salire in falsopiano, preannunciando l'ascesa al Colle di Caprauna. Dopo circa 9 chilometri, caratterizzati da pendenze abbastanza dolci, la salita si farà più decisa, transitando per Nasino e abbandonando poi la provincia di Savona per entrare in territorio piemontese. Saranno necessari ancora 18 chilometri per raggiungere la vetta, posta a 1375 metri di quota, con la strada che alternerà tratti più impegnativi ad alcuni più pedalabili, senza però mai presentare rampe eccessivamente dure.

La successiva discesa riporterà la Granfondo Noberasco in Liguria, in provincia di Imperia, con i concorrenti che poi guadagneranno lo scollinamento del Col di Nava con una breve salita pedalabile, prima di tuffarsi verso Pieve di Teco e quindi verso Borghetto di Arroscia.

Una curva a 180° segnerà l'abbrivio dell'ascesa verso Gazzo, l'ultima asperità significativa della gara, imboccata al 69° chilometro di corsa e lunga circa 7 chilometri. Al termine della salita, un tratto vallonato manterrà in costa i granfondisti, che dopo Ranzo faranno rientro nella provincia di Savona, affrontando la discesa da Vendone verso Ortovero.

L'ultima dozzina di chilometri sarà prevalentemente pianeggiante: dopo il transito da Villanova d'Albenga si percorrerà la SP 6, abbandonandola con una svolta a sinsitra a 5 chilometri dall'arrivo, per immettersi nella strada parallela e priva di traffico, collocata dietro gli orti, che con un lungo rettilineo condurrà fino al traguardo, posto sempre nelle adiacenze del PalaMarco.

Le iscrizioni alla Granfondo Noberasco sono possibili a 30 euro fino al 16 settembre secondo le modalità descritte a questa pagina. Sabato 19 e domenica 20 settembre potranno essere effettuate solo sul posto con un sovrapprezzo di 10 euro.

Tutte le informazioni sulla Granfondo Noberasco sono disponibili sul sito web della manifestazione.

Segui la Granfondo Noberasco anche su Facebook

Letto : 982 | Torna indietro