Il tuo IP č 54.236.35.159
Notizie

 
Team Beraldo Green Paper Europa Ovini 2014

Parata svizzera per il Falco e la Gazzella

Inserito il 15 luglio 2014 alle 10:30:00 da andrea.redazione. IT -

Alla Engadin Radmarathon vince Cunico, Zen è secondo: il duo del Team Beraldo Green Paper Europa Ovini stacca tutti e taglia il traguardo in parata. Ottimo l'apporto di Alessandro “il Ghepardo” Bertuola.


Roberto Cunico e Alessandro Bertuola in azione alla Engadin Radmarathon

15 luglio 2014, Lugo di Vicenza (Vi) – L'estate del Team Beraldo Green Paper Europa Ovini è sempre più internazionale e domenica 13 luglio la formazione vicentina è stata impegnata alla Engadin Radmarathon, granfondo svizzera con partenza e arrivo a Zernez con un percorso da 211 chilometri disegnato tra i passi dell'Engadina.

La partenza in salita della corsa ha subito vivacizzato la gara, con una trentina di unità che hanno preso il comando. Nel gruppo di testa ovviamente erano presenti i quattro portacolori del Team Beraldo Green Paper Europa Ovini, Roberto Cunico, Alessandro Bertuola, Bernd Hornetz ed Enrico Zen.

L'ulteriore selezione sulle salite della Forcola di Livigno e del Passo del Bernina ha sgranato i ranghi, ma nel successivo tratto in direzione di Zernez ha consentito il ricompattarsi del drappello di testa. E' stato allora il Fluelapass a effettuare ancora una scrematura, con il plotoncino di testa che si è ridotto a dieci elementi, tra cui però si sono fatte notare sempre le divise nero-rosso-verdi del trio veneto Cunico-Bertuola-Zen.

Dopo il passaggio a Davos la corsa si è infiammata e su una breve salita di 2 chilometri è stato proprio “il Falco” Cunico ad attaccare, supportato da “il Ghepardo” Bertuola. Nell'azione si è inserito anche Dahler e il terzetto si è trovato così ad amministrare un discreto margine sugli avversari. E' stato allora il grande lavoro di Bertuola a consentire ai tre fuggitivi di guadagnare terreno, prima della scalata all'Albula Pass: grazie al generoso “sacrificio” del “Ghepardo” il vantaggio sugli inseguitori è aumentato e il “Falco” ha potuto approfittare delle prime rampe dell'ascesa successiva per distanziare Dahler.

Mentre Bertuola, provato dal grande sforzo profuso in favore del compagno di squadra, veniva riassorbito dagli inseguitori, “la Gazzella” Zen cambiava marcia, fino a raggiungere Cunico in testa alla gara. Cunico e Zen hanno così inziato una trionfale cavalcata verso il traguardo, andando a cogliere rispettivamente il primo e il secondo posto. Bertuola li ha raggiunti dopo pochi minuti in decima posizione.

Letto : 1407 | Torna indietro