Il tuo IP č 18.232.146.112
Notizie

 
Granfondo San Gottardo 2013

Granfondo San Gottardo: la Valle Leventina per gli accompagnatori

Inserito il 01 luglio 2013 alle 22:59:00 da enrico. IT -

Sarà la Valle Leventina a offrirsi ai numerosi accompagnatori dei ciclisti che prenderanno parte alla manifestazione svizzera del 28 luglio. Spettacolari sentieri per chi ama passeggiare dove la Natura è padrona. Immancabile la visita al lago Ritom. Quinto e Airolo i centri di maggiore importanza.


Sarà la Valle Leventina a offrirsi ai numerosi accompagnatori dei ciclisti che prenderanno parte alla manifestazione svizzera del 28 luglio. Spettacolari sentieri per chi ama passeggiare dove la Natura è padrona. Immancabile la visita al lago Ritom. Quinto e Airolo i centri di maggiore importanza.
 

Il bellissimo lago Ritom e il lago Tom

 

1 luglio 2013, Ambrì (Svizzera) – Il 28 luglio prossimo nel Cantone Ticino, ad Ambrì, prenderà il via la 3a edizione della Granfondo San Gottardo, che prevederà, nel suo percorso Principe, la scalata ai passi del San Gottardo, del Furka e della Novena.

Mentre i ciclisti staranno pedalando all'interno di scenari e paesaggi tali da non farli pensare alla fatica, le loro compagne potranno vivere un'esperienza sicuramente unica.

Tutta la zona logistica è sistemata all'interno dell'aerodromo di Ambrì, la frazione di Quinto, comune dell'Alta Valle Leventina, dove prende vita, dal Passo della Novena, il fiume Ticino. Dopo avere attraversato il Cantone Ticino e avere approvvigionato di acqua fresca il Lago Maggiore, il fiume riprenderà la sua corsa per gettarsi, a Linarolo (Pv), nel Po, dopo ben 248 chilometri.

In Leventina conta la natura: gli amanti del verde possono percorrere 700 chilometri di sentieri e partire alla scoperta di stupendi laghetti alpini e pascoli di erbe aromatiche. Il tutto è reso ancora più suggestivo da panorami mozzafiato e dai percorsi sulle tracce di una cultura antica custodita in piccoli musei o affidata a splendidi capolavori del romanico. Storia importante e tradizioni secolari, ma anche tecnologia di punta nei cantieri dove si scava il tunnel ferroviario più lungo del mondo, in un mix di passato e futuro che conquista il turista. Così come conquistano le specialità della gastronomia locale, che si esprime in una ricca offerta di formaggi, vini e salumi. Leventina tutta da assaporare dunque, in una ricetta che esalta al meglio la sua triplice identità: natura e sport, storia e cultura, gastronomia e territorio.

Dei numerosissimi itinerari che si potrebbero percorrere, sicuramente uno è quello più accessibile agli accompagnatori della Granfondo San Gottardo: il Ritom e la Val Piora. Questa piccola splendida valle è raggiungibile tramite la funicolare del Ritom (una delle funicolari più ripide al mondo). La Val Piora è una valle alpina che si snoda tra i 1800 e 2000 metri s/m ed è lunga circa 8 chilometri. Essa include una ventina di laghetti; i maggiori sono quello artificiale del Ritom, il Lago Tom ed il Lago Cadagno. Nei pressi di quest’ultimo sorge il “Centro di Biologia Alpina” di Piora. I pascoli alpini sono ricchi ed includono particolari specie botaniche, elementi dell’interessante flora presente sul territorio. Da metà giugno a inizio agosto la regione si presenta come un unico giardino montano, che fiorisce in mille colori ed emana aromatici odori. I pascoli, belli ed estesi, riassunti comunemente con il nome Alpe Piora (rinomato per la produzione di un ottimo formaggio), coprono la maggior parte del territorio della valle. Punto di partenza ideale per numerose affascinanti escursioni, la regione offre ristoro ed alloggio in due capanne e due ristoranti.


La funicolare del Ritom con l'aerodromo sullo sfondo

Al lago Ritom si può facilmente accedere grazie alla funicolare del Ritom realizzata nel 1917 per il trasporto di materiale e uomini in occasione dei lavori di costruzione della diga e dell'impianto idroelettrico delle FFS. Nel 1921 è poi stata aperta al pubblico e da sempre rapprensenta un'attrazione particolare. La pendenza massima dell'87.8% la rende una delle funicolari più ripide del mondo aperte al servizio pubblico. Su un percorso di 1369 metri supera un dislivello di 786 metri, raggiungendo in poco tempo la stazione superiore a Piora a quota 1793 metri sul livello del mare. La capacità di trasporto è di 100 persone all'ora per ogni direzione. Un viaggio sulla funicolare del Ritom è un'esperienza indimenticabile e conduce al punto di partenza di una serie di numerose incantevoli escursioni a piedi e in MTB.

La stazione della funicolare è posta all'uscita della pista dalla quale partiranno i ciclisti, percorrendola nello stesso senso. Una paio di chilometri scarsi che si possono tranquillamente coprire anche a piedi. I costi e gli orari della funicolare sono disponibili sul sito del gestore del servizio.

Per chi volesse invece restare nelle vicinanze l'occasione è quella di visitare il centro di Quinto, magari sfruttando l'occasione per vedere passare i concorrenti del percorso corto, oppure fare due passi per Airolo, ai piedi del San Gottardo, che d'inverno diventa un'importante stazione sciistica.

Prendere parte alla Granfondo San Gottardo diventa così una splendida occasione di vacanza per tutta la famiglia, senza doversi annoiare nelle lunghe attese del proprio compagno pedalatore.

Ecco quindi le quote di iscrizione alla Granfondo San Gottardo:

  • 35 € fino al 30.06.2013, compreso chip giornaliero
  • 40 € dal 1.07.2013 al 25.07.2013, compreso chip giornaliero.

Sconto di 2 € per i possessori di chip MySDAM.

Vai a questa pagina per procedere con l'iscrizione, anche ONLINE.


 

Letto : 1098 | Torna indietro